Ad Hoc Infinity- Zucchetti | Professional

Produzione

Ad Hoc Infinity Professional consente il governo e l’ottimizzazione dell’intero processo produttivo, accompagna tutte le scelte strategiche in ambito produzione.

Permette di analizzare le problematiche della produzione moderna: dall’approvvigionamento materiali, alla gestione dell’outsourcing fino alla gestione della qualità perseguita (gestione delle non conformità) ed alla qualità esigita.

Ad hoc infinity professional è un sistema integrato per la pianificazione e il controllo della produzione che consente di migliorare le attività produttive, di gestire gli eventi con massima flessibilità, simulando prima e ottenendo poi il miglior Piano di produzione possibile sulla base delle decisioni (vincoli) implementate dall’utente.

Produzione base

Partendo dai contenuti del modulo ”Distinta Base”, che permette la gestione delle distinte basi, dei cicli semplificati e delle procedure di costificazione in ottica produzione di articoli e risorse, il modulo “Produzione Base” rende disponibili le funzionalità di base per la gestione di una produzione vera e propria.

Il modulo, in particolare, implementa una serie di funzionalità che vanno dall’approvvigionamento materiali fino al versamento a magazzino di quanto prodotto internamente, compresa la gestione degli ordini di produzione e di lavorazione.

Gestione ordini di produzione

La procedura permette di caricare puntualmente gli Ordini di produzione, in particolare tale funzionalità permette di caricare puntualmente il risultato della pianificazione strategica dell’azienda (scelte di Make or Buy): gestire gli ordini di produzione per un articolo significa gestire l’opzione Make del Piano di Produzione.

Gestione ordini di acquisto

La procedura permette di caricare puntualmente gli Ordini di acquisto, in particolare tale funzionalità permette di caricare puntualmente il risultato della pianificazione strategica dell’azienda (scelte di Make or Buy): gestire gli ordini di acquisto per un articolo significa gestire l’opzione Buy del Piano di Produzione.

Pianificazione materiali (esplosore)

La pianificazione dei materiali viene eseguita non usando tecniche MRP ma un motore di pianificazione semplificato, detto Esplosore.

Questa funzione, partendo dagli ODP, esplode la distinta base generando un ordine di lavorazione (ODL) con impegno dei relativi componenti, in sostanza rende operativo il Piano di Produzione per compilare il Piano di Lavorazione.

L’utente tramite l’esplosore può decidere se esplodere il primo livello della distinta base oppure se esplodere le ”n;foglie” di tale distinta attraverso l’opzione di esplosione denominata ”Livelli finali”.

Nell’esplosione della distinta base, la procedura prende chiaramente in considerazione i singoli tempi di approvvigionamento dei materiali(Lead time), per fornire all’utente una serie di informazioni di fondamentale interesse per una corretta schedulazione dei materiali da approvvigionare.

Gestione ordini di lavorazione

La procedura permette di caricare puntualmente gli Ordini di acquisto, in particolare tale funzionalità permette di caricare puntualmente il risultato della pianificazione strategica dell’azienda (scelte di Make or Buy): gestire gli ordini di acquisto per un articolo significa gestire l’opzione Buy del Piano di Produzione.

Gestione ordini di smontaggio

La gestione smontaggi permette di supportare le operazioni di produzione di aziende che hanno come loro funzione lo smontaggio di prodotti finiti e semilavorati.

Tale funzione può essere utilizzata anche per gestire i carichi e gli scarichi di magazzino che derivano dalla necessità di scomporre un articolo difettoso o invenduto.

Conto Lavoro

Consente di gestire ordini di lavorazione presso terzi, riguardanti una lavorazione (conto lavoro di fase) oppure un semilavorato (conto lavoro con salto codice).

Il modulo permette la generazione in automatico dei DDT di invio merce presso il terzista, con possibilità di verificare l’esistenza e con possibilità di nettificare il magazzino esterno.

È gestita la manutenzione, la stampa, l’emissione automatica delle proposte di conto lavoro.

Il modulo prevede inoltre:

  • la gestione della casistica del conto lavoro parziale – con la possibilità di definire quali materiali approvvigiona e fornisce direttamente il terzista e di conoscere in tempo reale la situazione delle giacenze presso i terzisti e degli ordini scaduti,
  • la manutenzione e l’ottimizzazione della fornitura del terzista, avendo a disposizione strumenti per analizzare le proposte suggerite in automatico da Ad Hoc Infinity.

La costificazione degli articoli in conto lavoro è divisa tra costo dei materiali ( possibilità di variazione componenti anche in fase di dichiarazione) e costo delle lavorazioni esterne.

MPS (Master Production Schedule)

La funzione M.P.S. di Ad Hoc Infinity professional permette la generazione in automatico del Piano di Lavorazione: la procedura sulla base delle scelte dell’utente, considerando una serie di parametri, tra cui Saldi di magazzino, Scorte, Previsioni di vendita, Tempi di approvvigionamento, Logiche di pianificazione (Push/Pull), etc., permette di generare in automatico il Piano di Produzione.

Come noto, compilare il Piano di Produzione significa definire cosa debba essere prodotto internamente (Ordini di Produzione) e cosa debba essere approvvigionato esternamente (Ordini di Acquisto).

Nell’elaborazione in automatico del Piano di Produzione da motore M.P.S., sono state previste tutta una serie di opzioni di elaborazione: è possibile ad esempio elaborare i fabbisogni per singola commessa di magazzino (Gestione per Commessa) oppure è possibile elaborare il Piano di Produzione per configurazioni diverse del Supply Network.

Ad esempio è consentita l’elaborazione del Piano di Produzione per configurazioni semplici (opzione ”Magazzino”), ma è permessa anche la gestione di configurazioni ben più complesse (opzione Aggregata o Raggruppamento di Pianificazione).

Cicli di Lavorazione

Ad ogni ciclo di lavorazione è associata una lista di fasi di lavorazione che identifica le operazioni elementari (attività) che devono essere fatte per ottenere il prodotto finito o semilavorato.

Ogni operazione elementare è detta fase. Per ogni fase di lavorazione sono gestiti alcuni dati quali:

  • il numero della fase, che rappresenta la sequenza temporale di esecuzione,
  • l’indice di preferenza fase, che rappresenta la possibilità di eseguire una stessa lavorazione con differenti tempi, risorse, ecc. ed è necessario per gestire le fasi alternative.

Questa possibilità potrà essere scelta a livello di ODL pianificati, in quanto si può modificare e quindi scegliere la fase alternativa piuttosto che quella preferenziale proposta in automatico dalla procedura.

Altra caratteristica dei cicli di lavorazione di Ad Hoc Infinity professional è la gestione delle date di inizio e fine validità, per permettere la modifica nel tempo del modo di costruire il prodotto; tale intervallo di validità sarà gestito, tra l’altro, a livello verifica di capacità del piano principale di produzione (MPS) ed al momento della generazione degli ODP/ODL.

Inoltre è possibile definire fasi count point, che l’utente vuole monitorare in modo preciso: esse rappresentano fasi di lavorazione che, per esempio, generano movimenti di scarico dal magazzino WIP.

Proprio per questa ragione dovranno essere obbligatoriamente dichiarate e quindi avanzate manualmente o con sistemi di rilevazione dati dal campo: in ogni caso rappresentano dei “vincoli” in fase di dichiarazione di produzione con ODL in quanto guidano l’utente garantendo un corretto avanzamento di produzione.

Si possono definire i materiali di output per ogni fase di lavorazione in modo tale che la procedura generi in automatico articoli di magazzino che potranno essere movimentati, avranno i saldi per magazzino e permetteranno la gestione del conto lavoro di fase con il modulo conto lavoro.

Ad ogni fase del ciclo sono poi associate una serie di informazioni aggiuntive, necessarie per identificare le risorse coinvolte nell’operazione, la lista dei materiali di input alla fase e la lista dei materiali di output generati dalla fase stessa.

Configurazione del sistema produttivo

Lo schema che descrive la struttura viene organizzato mediante una struttura gerarchica ad albero, per la quale sono previsti i seguenti livelli:

  • stabilimento.
  • reparto.
  • aree.
  • centri di lavoro.
  • risorse.

Le risorse possono essere di diverso tipo (macchine, squadre, spazi, attrezzature, utensili) e sono classificabili logicamente come risorse

  • primarie (macchine e squadre).
  • ausiliarie (spazi e attrezzature).
  • descrittive (utensili).

Gestione siti produttivi

Permette di gestire più siti produttivi/stabilimenti di produzione per un’unica base amministrativa.

Per ogni sito produttivo possono essere dettagliati:

  • i parametri e le logiche di produzione
  • il layout di stabilimento

Per ogni articolo (stessa anagrafica) è possibile

  • consultare il saldo ‘aggregato’ per azienda/per stabilimento oppure ‘dettagliato’ per magazzino;
  • definire nel dettaglio le logiche di produzione\approvvigionamento (scorta minima, tempi di produzione, fornitore\terzista preferenziali);
  • definire una distinta base e ciclo per stabilimento.
Torna su